AVIS, in rete la nuova campagna per la donazione del sangue

 

La prima volta non si scorda mai ed AVIS Associazione Volontari Italiani Sangue lo sa bene, al punto tale da aver scelto come concept della nuova campagna di comunicazione per la donazione del sangue proprio il tema della “prima volta”.

Sono così tante le prime volte nella nostra vita — dal primo bacio, al primo figlio, alla prima vittoria o sconfitta, al primo amore, al primo giorno di scuola — che dobbiamo renderci conto che i nostri comportamenti abituali altro non sono che il risultato finale dell’aver messo alla prova noi stessi con il resto del mondo circostante.

La prima volta è l’inizio di un cammino che si ripete fino a diventare un’abitudine. Donare il sangue è tra queste. La nuova campagna di comunicazione AVIS è rivolta proprio ai neo donatori, a coloro che “per la prima volta” donano il sangue, e vuole far capire loro che deve diventare un gesto come gli altri, tanto speciale quanto normale.

Perché donare il sangue? È un gesto di amore e solidarietà che permette di salvare la vita di altre persone; il sangue non è riproducibile in laboratorio pertanto la donazione volontaria e gratuita è l’unica soluzione percorribile, un dovere civico che non conosce barriere razziali, religiose o ideologiche. La donazione di sangue non comporta alcun rischio: la quantità prelevata mediamente ad ogni prelievo è minima e stabilita per legge in 450 cm³.

Il sangue è vita: nel nostro organismo ne circolano, in media, 4/5 litri all’incirca il 5-7% del volume corporeo. Grazie ad esso è possibile la vita, perché esercita numerose funzioni come quella: respiratoria (scambio ossigeno/anidride carbonica); nutritizia (porta alle cellule le sostanze nutrienti); escretrice (raccoglie i rifiuti che convoglia agli organi destinati a distruggerli); termoregolatrice (distribuisce il calore); difesa (trasporta i globuli bianchi e gli anticorpi); regola l’equilibrio idrico (per mezzo del plasma); azione coagulante, grazie alle piastrine e ai fattori plasmatici della coagulazione.

Chi può donare il sangue? Donne e uomini di età compresa tra i 18 e i 65 anni, con un peso corporeo di più di 50 kg, in buono stato di salute e che abbiano uno stile di vita sano e non rischioso. L’intervallo minimo tra una donazione di sangue intero e l’altra è di 90 giorni. Gli uomini possono donare quattro volte l’anno mentre le donne solamente due. Coloro che assumono droghe, sono dediti all’alcol, hanno rapporti sessuali a rischio di trasmissione di malattie infettive, hanno epatiti B o C, sono risultati positivi al test della sifilide (TPHA o VDRL) o dell’AIDS (anti-HIV 1) devono autoescludersi.

Quali sono i vantaggi nel donare sangue? Donare regolarmente sangue garantisce al donatore un controllo costante del proprio stato di salute attraverso visite mediche ed accurati esami di laboratorio, eseguiti ad ogni prelievo.

E, allora, se non ci sono rischi ma solo vantaggi per se stessi e per gli altri perché non farlo?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...